Burnout: cos’è, come riconoscerlo e come affrontarlo

BURNOUT

Penso di aver perso il mio spirito, la mia gioia, la mia energia

Cos’è il burnout?

Il termine inglese burnout significa “esaurimento” / “crollo”.
Il burnout si verifica quando le risorse psicologiche di un individuo sono sopraffatte dalle richieste che vengono poste.

Il burnout è l’estremo dell’esaurimento e provoca:

  • sensazioni di malessere

  • insoddisfazione personale

  • basse prestazioni lavorative

  • violazioni etiche

È estremamente importante riconoscere i segnali del burnout, per intervenire tempestivamente.

Quali sono i fattori che conducono al burnout?

Esistono diverse cause:

STRUTTURA DEL LUOGO DI LAVORO
un ambiente di lavoro competitivo
un clima eccessivamente prestazionale con aspettative molto alte e traguardi difficilmente raggiungibili
orari rigidi

ORGANIZZAZIONE LAVORATIVA
distanza tra colleghi
assenza di supporto reciproco
mancanza di dialogo e di confronto
mancanza di fiducia

DIFFICOLTÀ A SEPARARE LAVORO E VITA PRIVATA
Usare il lavoro come misura del nostro stesso valore, può portare a costi mentali ed emotivi alti che esauriscono le energie.

 

È possibile prevenire il burnout?

Esistono segnali che ci aiutano a prevenire il rischio di burnout.
È importante riconoscerli e non negarli.

Professionalmente: essere spesso in ritardo, mettersi frequentemente in malattia, non portare a termine un compito, distrarsi facilmente, appisolarsi.

Globalmente: reagire con rabbia, sentirsi inadeguato, sentirsi eccessivamente stanco, non sopportare la presenza degli altri.

 

Come si può alleviare il burnout?

La chiave per minimizzare l’impatto del burnout è OCCUPARSI DI SÈ.

Prendersi tempo per stare con la propria famiglia e coi propri amici,
svolgere attività piacevoli,
dedicarsi a un hobby,
essere creativi.

Le possibilità sono infinite.

È importante “programmare” queste attività e ritagliarsi del tempo adeguato.
Pianificare QUANDO farle e TUTELARE questo spazio.

 

Un altro aspetto fondamentale è: STABILIRE I LIMITI PROFESSIONALI.
Non farsi fagocitare dal lavoro e preservare il proprio tempo libero.

 

Bisogna accettare le difficoltà e chiedere aiuto.

Lo psicologo può essere prezioso per capire perchè e come il burnout stia influenzando la tua vita
e per aiutarti a identificare le soluzioni migliori per te.

Questo articolo ha 2 commenti.

Lascia un commento